Sarà il momento giusto per vendere o comprare la tua casa?

Sarà il momento giusto per vendere o comprare la tua casa?

L’ultima volta abbiamo voluto dare dei suggerimenti per iniziare la vendita della propria casa, ma vediamo di rispondere alla prima delle domande: “Sarà il momento giusto?”.

Seguici nei prossimi articoli del nostro blog per fugarti tutti i dubbi.

In tutto quello che facciamo ci poniamo sempre la stessa domanda: “È il momento giusto?”

  • Organizzare una vacanza importante

  • Provare a cambiare lavoro

  • Pianificare un figlio

  • Cambiare automobile

  • Vendere – Comprare casa.

Penso che la maggior parte delle volte la risposta sia stata quella di aspettare un momento migliore… Ma esiste un momento migliore per vendere o comprare casa?

Prendiamo in esame quello che ci interessa, il vendere o acquistare una casa.

Mi trovo ormai quotidianamente a parlare con proprietari che hanno comprato la propria casa circa 10 anni fa, ed oggi, per mille motivi, ognuno il suo, si trovano a doverla rivendere.

Purtroppo, o per fortuna, (dipende dai punti di vista) i prezzi di oggi non sono quelli di 10 anni fa. Chi ha acquistato la propria casa tra il 2004 ed il 2013 si trova in una condizione di dover vendere a meno di quanto l’abbia pagata.

Non è facile da digerire lo so; da quando siamo nati, padri, nonni e bisnonni ci hanno sempre detto:

“il mattone è sempre un buon investimento”.

Accettare di rimetterci non è per tutti, ma se continui a leggere capirai che potresti trarne un vantaggio.

In questi casi moltissime persone mi dicono la più classica delle frasi: “NON VOGLIO SVENDERE IL MIO IMMOBILE”.

Per quanto sia più che logico, dovremmo soffermarci a capire il significato della parola “SVENDERE”.

Svendere significa: vendere a un prezzo inferiore a quello normalmente praticato dal mercato, o addirittura sottocosto; liquidare.

Non è quindi il nostro caso, perché noi abbiamo necessità di vendere casa, ma all’attuale giusto prezzo di mercato, che purtroppo è più basso rispetto al passato.

Se dobbiamo vendere senza dover ricomprare un’altra abitazione, mi duole ammettere, che non è un buon momento. Se il motivo è una separazione in famiglia, o una necessità di fare cassa, forse è meglio pensare di affittare la propria casa. Magari tra qualche anno riuscirete a non rimettere troppi soldi. Ma anche in questo caso, la prima paura è di mettere nel proprio nido qualcuno che tratti male la nostra casa o peggio ancora che non ci paghi il canone mensile. Anche questo sarà argomento dei prossimi articoli.

Seguici mettendo MI PIACE alla pagina Facebook “Agenzia immobiliare Perla” per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità del settore immobiliare.

Se invece il motivo della vendita è legato alla necessità di acquistare un’altra abitazione più grande, sappiate che non siete gli unici a dover abbassare il prezzo. Venderete a meno del previsto, ma comprerete ad altrettanto meno.

Facciamo un esempio pratico:

Nel 2008 vendo una casa ad una coppia di clienti a 189.000 euro; era un appartamento veramente carino al secondo piano. All’epoca comprare una villetta non costava meno di 320.000 euro e loro non potevano permetterselo. Dopo poco si sposano, nasce il primo figlio, nasce il secondo e nel 2017 arriva l’esigenza di acquistare una casa più grande.

Il sogno rimane la villetta, ma dubitano di riuscire ad acquistarla.

Scrivo la mia valutazione del loro appartamento, oggi il suo valore è di 135.000 euro (circa il 30% in meno).

Panico generale e riflessioni durate settimane…

Non disperiamoci… la famosa villetta oggi si può comprare con 225.000 circa.

Il focus in questi casi deve essere soltanto uno: Quanto sono disposto a mettere a differenza per esaudire le mie esigenze?

Se prima per comprare la famosa villetta servivano 130.000 euro in più del valore dell’appartamento, oggi con 90.000 euro a differenza è possibile acquistarla.

In questi casi è difficile vedere il bicchiere mezzo pieno, ma il vantaggio è inopinabile.

È matematica; se oggi fossimo in un momento di mercato, come quello passato nel periodo nel 2002-2009, dove abbiamo assistito ad un incremento del 30% (per alcune tipologie di immobili anche superiore) il nostro appartamento da 189.000 euro varrebbe 245.000 euro e probabilmente saremmo estremamente contenti! Non dimenticate che la famosa villetta probabilmente avrebbe avuto il solito incremento costando circa 415.000 euro. Di conseguenza sarebbero stati necessari 170.000 euro a differenza… praticamente il doppio di quanto invece non serva oggi. A voi le conclusioni.

momento giusto per comprare casa

Ricordate il focus? Quanto sono disposto a mettere a differenza per esaudire le mie esigenze?

Se vi state ancora domandando se oggi è il vostro momento giusto, noi dell’Agenzia Perla Immobiliare siamo in grado di rispondere ad ogni vostra domanda; l’acquisto o la vendita di una casa è un percorso da intraprendere a braccetto con un serio professionista che possa trasmettere sicurezza con una consulenza specifica.

Ogni persona ha le sue esigenze, e la capacità di un ottimo agente immobiliare è capire come risolvere le necessità altrui.

Se state cercando un riferimento certo per vivere serenamente la vendita o l’acquisto del vostro immobile, contattateci oppure venite a trovarci nella nostra nuovissima sede a Cascina, in via Pascoli 13 (PI); Marco e Riccardo ed il loro team saranno felici di mettere la propria esperienza a vostro servizio.

L’Agenzia Perla Immobiliare offre un servizio a 360°, assistendoti in ogni fase della transazione immobiliare con la professionalità e la passione che ci distinguono nel panorama immobiliare di Pisa e provincia.

Riccardo Natale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *